zelda facebook zelda pinterest zelda twitter zelda instagram zelda RSS
29 luglio 2014

Curator for a Day – Gallerie d’Italia

Curator for a day | Zelda was a writerBuongiorno a tutti, Amici!
La chiusura per le tanto agognate vacanze si avvicina anche per questo blog ma, prima di augurarvi un mese lieto e pieno di piccole coccole, voglio lasciarvi con la notizia di una bellissima iniziativa che porta il nome di Curator for a day e che chiama a raccolta le idee, la passione e la creatività di tutti voi.

Prima di qualsiasi parola, però, ecco il video realizzato presso il polo milanese di Gallerie d’Italia (facebooktwitteryoutube), realtà museale che si è occupata di ideare e diffondere questo progetto.

Non trovate sia un’esperienza magica e memorabile?
Vi ricordo che la visita è assolutamente gratuita e che il personale che vi accompagnerà è selezionato tra le migliori forze giovani formate solo ed esclusivamente in ambito artistico e museale. Non bisognerebbe festeggiare e diffondere una tale fortuna cittadina?
Curator for a day | Zelda was a writerGallerie d’Italia è un posto magico, denso di Storia e Arte: attraversare le sue sale espositive - decorate di stucchi, riflesse negli immensi specchi, cesellate finemente nell’estensione di pavimenti dai mille intrecci di colori e materiali – significa entrare nel vivo della storia della città di Milano tra Settecento e Novecento, significa perdersi tra ben due secoli fitti fitti di opere che hanno cambiato la nostra percezione, il nostro gusto e, perché no, anche una certa visione del mondo.Curator for a day | Zelda was a writerCredetemi, la visita di una tale meraviglia potrebbe causarvi:
1. improvvise gioie,
2. emozioni tra le più disparate,
3. un melanconico sentimento di sé nel tempo,
4. terribili foto e frasi sconnesse che posterete su twitter, in preda a un delirio di poesia e retorica (mi è capitato),
5. la voglia estrema di conoscenza, bellezza e creatività.
Nel caso le suddette – BELLISSIME, eccezion fatta per il punto 4. – emozioni dovessero offuscare la vista e determinare un leggero tremore agli arti, tranquilli: sedetevi qualche minuto e ripartire.
Di Sindrome di Stendhal non è morto nessuno.
Curator for a day | Zelda was a writerSono qui per dirvi che Gallerie d’Italia non ambisce solo a farsi contemplare ma, in pieno fermento creativo, decide che LE VOSTRE IDEE sono OPERE D’ARTE di tutto rispetto.

In che modo? Con CURATOR FOR A DAY!
1. SCEGLIETE UN’OPERA tra una lista che trovate qui (la lista unisce le opere dei tre poli di Gallerie d’Italia: Milano, Vicenza e Napoli), osservatela, interrogatela, decidete di raccontarla a vostro personalissimo modo.
Potete buttarvi da un aereo (con il paracadute, per favore) e raccontare la Danza dei figli di Alcinoo di Canova oppure decidere di illustrare Spettatore di una cometa di Biasi grazie a un enorme telescopio che s’immerge nella Via Lattea. Non c’è limite alla vostra fantasia, insomma!

2. Individuata un’idea da realizzare per raccontare un’opera, dovete PRODURRE UN VIDEO MOLTO SEMPLICE che la racconti per sommi capi. Un video realizzato con qualunque tipo di diavoleria tecnologica (dal cellulare alle forme più eccelse di video ripresa), che esprima l’idea da realizzare. Caricatelo sul vostro canale youtube e il gioco è quasi fatto!

3. Andate qui e ISCRIVETE LA VOSTRA IDEA (mi raccomando, dovete avere già il link del vostro video).

4. La vostra idea potrebbe venire selezionata e realizzata da Gallerie d’Italia. Verrà prodotto un video dell’esperienza e questo verrà diffuso tra le fitte trame della rete.

Curator for a day | Zelda was a writerInutile dirvi che, con gli inizi di settembre, anche io e Clelia (con i nostri Bastian Contrari) posteremo una nostra idea.
Scoperchieremo il Vaso di Pandora delle nostre idee per cercare di esprimere la gioia di una nuova intuizione creativa e la certezza incrollabile che un mondo di bellezza e condivisione sia possibile, a portata di mano e meravigliosamente rivoluzionario.
Molto più di quanto si sia portati a pensare.

Volete dunque partecipare anche voi? Lo spero con tutto il cuore!
Curator for a day | Zelda was a writerChe sia un ottimo giorno per tutti!
Camilla
Zelda was a writer

___________________________________
Per iscriversi al canale youtube di Zelda
 —> qui.
Video: Clelia Bos
Musica: Enrique Granados: Danza spagnola n°4, Villanesca - eseguita dal Trio Aragon
Riprese: con Samsung NX30
_______________________________________

Opere inserite in questo post (dall’alto verso il basso):
Vincenzo Migliaro (Napoli 1858 – 1938), Taverna a Posillipo, 1886
Lucio Fontana (Rosario di Santa Fé 1899 – Comabbio, Varese 1968) Concetto spaziale: la Luna a Venezia, 1961
Luciano Ori (Firenze, 1928 – 2007) Toccata e fuga (la palla) – opera k.732, 1974
Guido Biasi (Napoli 1933 – Parigi 1982) Spettatore di una cometa, 1957
Claudio Parmiggiani (Luzzara, 1943) Verso Bisanzio, 1985
Giosetta Fioroni (Roma 1932) Particolare della nascita di Venere, 1965
Enrico Baj (Milano 1924 – Vergiate, Varese 2003) Vedeteci quel che vi pare, 1951
Francesco Hayez (Venezia 1791 – Milano 1882) L’ultimo abboccamento di Jacopo Foscari con la propria famiglia (I due Foscari), 1838-1840
Pietro Longhi (Venezia 1701 – 1785) Il casotto del Borgogna, 1760-1765 ca
Pietro Longhi (Venezia 1701 – 1785) Ritratto di famiglia (I precettori di casa Venier), 1780 ca
Seguace di Pietro Longhi Il ridotto di palazzo Dandolo a Venezia, 1750-1770 ca
Gaspare Traversi (Napoli 1722 – Roma 1770) Il concerto, 1755-1760 ca

 

 

 

28 luglio 2014

World Ducati Week con Canon

World Ducati Week - Canon | Zelda was a writerBuongiorno a tutti, miei cari!
Sono tornata da Fiuggi ieri sera (ve ne parlerò prestissimo!) e – vittima di una narcolessia invalidante che mi ha spento le sinapsi per buona parte della giornata e successiva notte di ieri – sto lavorando alacremente per ordinare e condividere tutto il materiale prodotto in questi ultimi meravigliosi quindici giorni.

World Ducati Week - Canon | Zelda was a writerGiorni fa, precisamente il 18 luglio scorso, sono stata invitata da Canon (sommo gaudio, mani in alto e brindisi reiterati) all’ottava edizione della World Ducati Week.

Canon era main sponsor di questo evento, capace di tirare giù dal letto (ma non dalle due ruote) fiumi ininterrotti e sgommanti di persone da tutto il mondo e di convogliarle nel Misano World Circuit per una tre giornate di tributo, confronto e incontro tra gli appassionati e gli addetti al settore di Ducati, un marchio patrio perfettamente in grado di destare stupore e affiliazione a livello internazionale.

World Ducati Week - Canon | Zelda was a writerOra immaginatevi la sottoscritta, con un bellissimo prendisole vintage (grazie alle amiche di Mon Passage!) e delle simpatiche scarpette profilate d’oro. Immaginatela aggirarsi tra la distesa del circuito di Misano, fumante di caldo torrido e rombi di motori.
Immaginatemi brandire una PowerShot G1 X Mark II stratosferica, con cui avevo stretto amicizia da pochi minuti e verso cui ho provato una certa ansia da prestazione per una buona mezz’ora.
Immaginatemi guardare uomini ricoperti da aderenti tute di pelle nera, che si muovono al rallenti e agguantano volanti come fosse la cosa più normale del mondo. Immaginatemi nell’atto di analizzare customizzazioni di moto oltre ogni fantasia, curiosare tra corner in cui puoi sgommare con la moto senza spostarti di un millimetro, in cui puoi trovarti a domare una Ducati imbizzarrita, in cui puoi farti aerografare il casco o un pezzetto di polpaccio.
Ecco, immaginatemi.World Ducati Week - Canon | Zelda was a writerVolete sapere cos’è successo? Mi sono divertita da pazzi!
Complice un gruppo di giornalisti/blogger/fotografi simpatico e coeso, ho vissuto una manciata di ore davvero mirabolanti in cui sarei andata a impicciarmi dei fatti di tutti i partecipanti, se avessi potuto.
Da dove veniva l’anziano signore con il cappello da pescatore che arrancava tra le foto del Monster Wall Contest? Con chi stava litigando la signora ispanica che impugnava il cellulare con veemenza? Quanti mesi poteva avere il bambino adagiato sulla moto dai genitori per una foto ricordo?

Ho scoperto che i viaggi che preferisco sono quelli tra le persone e così mi sono trovata a studiare volti, a chiedermi provenienze, a ipotizzare la vita di tutti i partecipanti di questo coloratissimo raduno. In definitiva, il mondo è un posto bellissimo, anche quando non ci assomiglia.

World Ducati Week - Canon | Zelda was a writerWorld Ducati Week - Canon | Zelda was a writerWorld Ducati Week - Canon | Zelda was a writerWorld Ducati Week - Canon | Zelda was a writerMentre si scattavano 72.000 foto, si giocavano 3.500 partite di ping pong e biliardino, venivano distribuiti 3.000 baffi finti per lo Scrambler Beach Party e, udite udite, ben 60 bagnini di Rimini e 25 dirigenti Ducati preparavano piadina e salsiccia, Canon ci ha introdotto al mondo di Irista, un progetto nuovo di pacca dell’Azienda, un cloud per semplici appassionati e professionisti, che si accosta ai cambiamenti epocali della fotografia, occupandosi di gestire lo stream of consciousness fotografico che oramai caratterizza la vita di ognuno di noi.

Qualche punto interessante di Irista?
La possibilità per ogni utente (non solo canonista) di ordinare le proprie foto in cartelle e tag, di importare le proprie foto sparse in facebook e flickr, di eliminare insopportabili doppioni e di analizzare l’andamento del proprio lavoro fotografico. Archiviare, visualizzare con facilità, indicizzare e condividere, queste le principali attività del mezzo.
Avrò modo di testarlo e di parlarvene più ampiamente, per ora vi lascio con qualche altra foto della giornata e con – squilli di trombe – un video, prodotto dalla G 1 x che avevo in mano, e montato-musicato-pensato dalla mia mitica socia Clelia.

World Ducati Week - Canon | Zelda was a writer

World Ducati Week - Canon | Zelda was a writerWorld Ducati Week - Canon | Zelda was a writerWorld Ducati Week - Canon | Zelda was a writerWorld Ducati Week - Canon | Zelda was a writerWorld Ducati Week - Canon | Zelda was a writerChe sia un’ottima settimana per tutti voi!

Bacibellissimi,
Camilla
Zelda was a writerWorld Ducati Week - Canon | Zelda was a writer

Per iscriversi al canale youtube di Zelda —> qui.
Video e musica: Clelia Bos
Riprese: della sottoscritta con PowerShot G 1 X Mark II.

21 luglio 2014

Image Logger: ultima settimana!

Image Logger | Zelda was a writerBuongiorno a tutti, buon lunedì!
Oggi condivido l’ultima tappa del percorso da IMAGE LOGGER con la mia Samantha Samnsung NX30.
Queste settimane sono volate e, mentre cercavo di fare ordine tra tutto il materiale raccolto, mi sono accorta che moltissima bellezza è stata intrappolata grazie alla collaborazione di luce, contingenze e un altissimo tasso di curiosità. Un tasso quasi patologico.
Grazie dunque a Luce, Caso e perenne Ricerca di Nientini*.
Grazie anche a voi, che avete osservato – pazienti ed entusiasti – il procedere di questo progetto e grazie a Samsung, per avermi dato la possibilità di incrementare notevolmente il mio Photo diary.
Tutte le puntate precedenti le trovate qui, ma ora lasciate che vi racconti questa ultima settimana di folgorazioni sulla via di Damasco, l’ottava per la precisione.

Image Logger | Zelda was a writerLa scorsa settimana, con la mia socia Clelia e Gaia Segattini, mi sono recata alle Gallerie d’Italia (facebooktwitteryoutube) per un progetto di cui vi parlerò quanto prima. Durante questa visita serale ho conosciuto, tra gli altri, Roberta Ragona e Stefano Guerrera, che vi consiglio caldamente di seguire nelle fitte trame della rete.

Le Gallerie d’Italia si trovano in Piazza della Scala al civico 6 ma hanno anche due magnifiche sedi a Vicenza e Napoli. In modo del tutto gratuito, questi poli di una bellezza davvero disarmante vi permettono un viaggio speculativo e divertito nell’Arte, dai reperti archeologici fino alle espressioni più rappresentative del Novecento. Cose, insomma, da sindrome di Stendhal certa e reiterata.
Alle Gallerie d’Italia ho fatto l’occhiolino a un Birolli, mi sono innamorata di uno Schifano e ho adorato letteralmente una nuova amica, si chiama Ketty La Rocca e il suo Appendice per una supplica mi ha letteralmente dilaniato.
Volete un consiglio spassionato? Organizzatevi per una visita o prenotate quella che si tiene nel mitico ex caveau.

Image Logger | Zelda was a writerLa settimana è stata caratterizzata da un profluvio di nuovi colori nel mio giardino e così, oltre a controllare i tombini e le dimensioni parallele che nascondono (ne ho parlato qui), ora mi è presa questa fissa di guardare i fiori da vicinissimo.
Le persone che mi passano accanto mi guardano sempre peggio ma, obiettivamente, farei lo stesso anch’io, se vedessi una spilungona con la testa inserita in un’ortensia…
Image Logger | Zelda was a writerImage Logger | Zelda was a writerQuesta è stata la settimana dei brindisi. Brindisi tattici, studiati a tavolino, utili a dipanare stanchezza, tendiniti e confusione. Non sempre sono serviti, c’è da specificarlo, ma le ore sono passate con maggiore slancio.Image Logger | Zelda was a writerImage Logger | Zelda was a writerImage Logger | Zelda was a writerÈ stata la settimana del profumo di vacanza che si fa sempre più prossimo alle narici e di un WHAT’S IN MY BAG che sprizzava arancio da tutti i pori…
Image Logger | Zelda was a writer… aranciato come lo spritz con cui ho augurato buona fortuna ad un’Amica (altro brindisi, sì). Sotto un glicine rigoglioso, nel pieno di mille parole e di fianco al flusso lento e inesauribile del Naviglio della Martesana. Non potevamo trovare occasione e posto migliori.Image Logger | Zelda was a writer

Buona settimana a tutti e GRAZIE sempre.
Camilla
Zelda was a writer

nientino (s.m.): piccola estensione di niente che sorprende, riempie e accarezza.
Sono nientini le particelle di polvere sorridente, gli acari ballerini, i piccoli guizzi della mente e i più segreti tocchi del nostro cuore. Sono nientini anche i colori, le delizie del palato, le sorprese del cielo e gli abbracci.

WHAT’S IN BAG:
1. Rubik Hobo - Mandarina Duck - 2. Paglietta aranciata – Mon Passage - 3. Valentina Camerini – Il secondo momento migliore – La Feltrinelli - 4. Rossetto che finge di non esserci (Kiko) - 5. Chiavetta usb della mia socia (chitarrista) Clelia - 6. Juan Ana – Amore diverso – Logos - 7. Nuova maglietta preferita.

All photos, above have been shot with the Samsung Galaxy NX30 which has been provided by Samsung Electronics C. Ltd. 

16 luglio 2014

Image Logger: settima settimana!

Image Logger | Zelda was a writerBuongiorno a tutti!
Siamo giunti alla settima settimana (perdonate la cacofonia) di Image Logger, il progetto fotografico in otto tappe che mi ha permesso di guardare il mondo attraverso la mia nuova amica Samantha (Samsung NX30). Le puntate precedenti? Tutte qui!

Vi scrivo ma non dovrei. Due giorni fa, improvvisamente, mi sono ritrovata con una mano fuori uso, la destra. In pratica ho una cisti tendinea, fastidio - mi dicono – molto frequente per chi scrive, edita, scatta e spippola di continuo. La cosa mi ha gettato in uno stato di prostrazione nera perché aspettavo luglio per scrivere e scattare. Non è niente di grave, sia chiaro, ma il corpo dice che mi devo fermare.
Per tutti quelli che mi chiedono il planning… Ho una brutta notizia: per i mesi di luglio e agosto mi devo per forza limitare all’essenziale e così credo che non riuscirò a regalarvelo. Chiedo scusa, sono davvero dispiaciuta.

Detto questo, ecco la rassegna fotografica della settimana!
Le prime due foto si riferiscono alla cena di Gnam Box per Intel di cui vi ho parlato ieri.
Avete visto il video? Ditemi, non è bravissima la mia socia Clelia?! 
Image Logger | Zelda was a writerDurante la settima settimana, mi sono recata con Justine e Chiara de Le Funky Mamas al MUBA, il Museo dei bambini che si trova presso la meravigliosa Rotonda della Besana.
Lo conoscete? Se la risposta è no, vi consiglio vivamente di farci un giro, perché si tratta di un fiore all’occhiello della vita culturale della nostra città. Vivo, materico e colorato, questo museo parla ai bambini come se fossero delle persone nella prima ed essenziale fase della loro vita e non degli esseri mancanti, incompleti, piccoli di statura e ambizioni.
In definitiva, credo che questo sia il merito più grande che riconosco alla letteratura per l’infanzia degli ultimi anni, un merito che, con le dovute differenze del caso (e le solite insopportabili generalizzazioni) ha sorpassato di gran lunga gli intenti della letteratura per gli adulti.

Qui sotto il cielo che ci ha seguito lungo il nostro cammino…
Image Logger | Zelda was a writerE poi una foto della sottoscritta che tentava strenuamente di esibire la sua anima da modella mancata in una posa plastica.
Grazie a Justine sembro pure credibile.Image Logger | Zelda was a writerQui sotto noi tre, che sembriamo uscite dal metro di ZazieImage Logger | Zelda was a writer Image Logger | Zelda was a writer Image Logger | Zelda was a writerEcco un libro di cui sono perdutamente innamorata e che continuo a sfogliare senza posa. Sul mio letto, in una domenica mattina che minacciava pioggia.
S’intitola In un’altra parte della città. L’età d’oro delle cartoline ed è scritto da Paolo Caredda per Isbn edizioni. Ve lo mostro di sfuggita, ma tornerò di certo a parlarne… Come sapete ho un debole conclamato per le cartoline :)Image Logger | Zelda was a writerQuesto è uno dei tombini del mio giardino.
Passo le ore a tentare di fotografare la meraviglia che provo quando scorgo il riflesso del cielo nei loro piccolissimi pertugi. Mi sembra che nascondano un altro mondo, una dimensione stramba e fantasiosa.
Immaginate la gente che passa e mi vede lì, tutta interessata alle sorti di un tombino…Image Logger | Zelda was a writerE infine la luna, la più grande mai vista.
La casa era silenziosa e oscura e la lunga scia di chiarore latteo che proveniva dalla cucina mi ha spinto ad alzare la tapparella. Lo spettacolo è stato a dir poco sorprendente e due desideri silenziosi si sono dispersi tra le nuvole. Image Logger | Zelda was a writerChe sia una magnifica giornata per tutti voi.
Baci bellissimi e lunari,
Camilla
Zelda was a writer

Le foto del progetto IMAGE LOGGER su Zelda non sono post-prodotte per una precisa scelta creativa (trovate qui la motivazione).
Il video della cena di Gnam Box è la prima sperimentazione sul campo delle potenzialità della mia Samantha.

All
 photos, above have been shot with the Samsung Galaxy NX30 which has been provided by Samsung Electronics C. Ltd. 

news - zelda was a writer Farfalle in un Lazzaretto - Amazon

news - zelda was a writer
zelda is a writer - zelda was a writer My Words - Zelda was a writer Books - Zelda was a writer

projects - zelda was a writer WORLDS - Zelda was a writer ALIAS - Zelda was a writer 52 Weeks Project Things - Zelda was a writer Almeno tre cose - Zelda was a writer Les Cahiers du Bonheur


pic nic area - Zelda was a writer d.i.y. - Zelda was a writer a day with - Zelda was a writer GENTE CHE MI PIACE- Zelda was a writer search
recent posts

Articoli recenti








WEBMASTER - Zelda was a writer
Infinity roll - Zelda was a writer
about me - Zelda was a writer email me here I am - Zelda was a writer Bastian Contrari shop - Zelda was a writer Flickr - Zelda was a writer never without - Zelda was a writer Gina Lagorio Orson Welles Walter Benjamin André Bazin Elsa Morante Italo Calvino Truman Capote Nicole Krauss Raymond Carver Camillo Sbarbaro Joan Didion older posts - Zelda was a writer
©all rights reserved - zelda was a writer
L’anno del pensiero magico di Joan Didion

L’anno del pensiero magico di Joan Didion

I quattro libri di lettura – Lev Tolstoj

I quattro libri di lettura – Lev Tolstoj

La Camera Chiara di Roland Barthes

La Camera Chiara di Roland Barthes

Antonio Tabucchi e i nodi dell’arazzo

Antonio Tabucchi e i nodi dell’arazzo

4 regole per chi ama scrivere

4 regole per chi ama scrivere

css.php