20 gennaio 2012

Almeno tre cose (di quando inveisci contro le putrelle)

Camilla - Zelda was a writer

Almeno tre cose

Buongiorno Amici, buon venerdì!
Come state? Ve lo devo confessare: io mi sono alzata con un umore dalle tonalità grigio topo (di gran moda, non c’è che dire, ma un tantinello pressante sullo sterno). Qualche motivo ci sarà, ma al momento mi aggiro per casa come un eroe in ciabatte, in preda a tempeste tutte interiori e con lunghe braccia che, a intervalli regolari, inveiscono contro le putrelle. Quando adoro dire “putrella”…

In questi casi, quando mi sembra di vedere il bicchiere tragicamente mezzo vuoto, mi dedico alla ricerca di almeno tre cose belle. Volete seguirmi in questa avventura di colore e spensieratezza?

Buon compleanno a Federico Fellini, ovunque si trovi!
E grazie per la fantasia che ha regalato ai nostri giorni!
(La prima immagine si riferisce al doodle di google, mentre molte delle foto selezionate provengono da qui, qui, qui e qui. Posti d’ispirazione consigliatissimi!)

Letto fra noi è il blog della giornalista Francesca Magni, una gustosissima spremuta di amore per i libri. Da quando l’ho scoperto, è diventato una lettura irrinunciabile dei miei giorni dediti al meraviglioso mondo delle pagine scritte. Si tratta di un luogo di curiosità gustose e personali. Veramente bello ed energizzante!
Considero un tesoro inestimabile tutto quanto provenga dalla passione: in questi anni siamo stati testimoni di veri miracoli della tenacia e così, in giornate in cui gli intenti si fanno deboli e rinunciatari, leggere le parole di Francesca equivale ad areare i locali stantii della volontà.
Provateci e mi darete ragione!Si chiama The Disposable Memory Project e ne avrete di certo sentito parlare. Da quando mi è capitato di venirne a conoscenza (sul sito di Repubblica), ho incrementato notevolmente il mio naturale entusiasmo per sogni, condivisione e progetti.
Di che cosa si tratta? In pratica vengono lasciate delle macchine fotografiche analogiche in giro per il mondo, accompagnate da un foglio con la richiesta di scattare senza di ritegno, di spargere questa febbre da pellicola e di rispedire il tutto agli ideatori del progetto.
Ecco qualche numero: 411 macchine in 73 Paesi, 30 ritornate a casa, 106 rintracciate e 228 ancora libere. Su twitter inoltre potrete seguire movimenti e ritrovamenti di questo lavoro corale e ispirato. Non trovate sia eccitante?
La raccolta sta già generando vere e proprie delizie del quotidiano… Qualche esempio?

Buon fine settimana, belli miei.
Un bacio con schiocco per tutti voi!
xoxo

12 pensieri su “Almeno tre cose (di quando inveisci contro le putrelle)

    1. Zelda was a writer Autore articolo

      grazie a te per il commento, cara alessia!
      purtroppo non ho ancora preso il maledetto obiettivo per mrs canon e così viaggio con il cellulare e una piccolissima macchinina.
      ma sto cantando come una pazza… e appena riapriranno i negozi, uscirò vestita di tutto punto. e canterò pure per strada!
      un sorriso!

      Replica
  1. Sara

    wow…ma che cose bellissime oggi! voglio scattare foto anch’io all’impazzata!

    ps: sai che libro sto leggendo?! “lasciami l’ultimo valzer”…quando lo apro mi vieni in mente tu! :-)

    Replica
  2. Giorgia

    Sei una fonte inesauribile di splendore! Hai visto che meraviglia il nuovo progetto degli organizzatori di disposablememoryproject? Si chiama the100project ed è fenomenale: 100 persone per ogni età da 1 a 100 che fotografano la loro vita per una settimana….sono svenuta! Peccato che la mia età già ce l’hanno!

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *