10 aprile 2012

D.I.Y.: Romantic Grunge

Camilla - Zelda was a writer

d.i.y.

Ciao a tutti,
sono Justine, quella razza di latitante de Le Funky Mamas
Scusate l’assenza, ma sono sparita dentro tonnellate di scatoloni!
A trasloco finito, inizio a respirare nuovamente, carica di idee e piena di cianfrusaglie scovate nei meandri del vecchio appartamento pronte ad essere trasformate.
Con i neuroni così in subbuglio eccomi qui, in questo martedì post pasquale, con due tutorial facili e veloci: uno qui e uno di !

Restyling è la parola chiave di questa settimana. La mia attitudine a non buttare via niente mi ha stimolato il cervelletto: complice un po’ di candeggina e delle forbici, sono pronta a creare una nuova maglietta in stile grunge ma con un tocco romantico.

Quando le trovo, compro sempre magliette basiche, di solito mi si presentano sotto mano con un prezzo mini e un potenziale maxi. Così è stato con questa tee blu navy di Gap, costo dell’investimento attorno ai 10€.

Pronti? Via!

Sebbene sia stato il mio primo esperimento armata di candeggina e spruzzino, ne sono rimasta davvero entusiasta!
Sulla mia tee ancora bagnata, sembrava che il colore slavato fosse un ruggine scuro, scuro: come ho woweggiato felice scoprendo un rosa antico macchiato di blu! Uh, uh!

Un brivido di vita nuova durante uno spumeggiante giro in lavatrice e la nuova maglia grunge è pronta da indossare!Piaciuto? Se volete potete leggere l’altro tutorial candeggiato della giornata –> Qui!

Grazie, amica bella, per la sempre calorosa, ospitalità e bentornata a Milano!
Bisous

20 pensieri su “D.I.Y.: Romantic Grunge

  1. Pingback: D.I.Y. – I’ll love my tee forever : Le Funky Mamas

  2. Ilaria

    Arriva perfetto per soddisfare la mia voglia di usare lo scatolone impolverato, pieno di merletti, pizzi e pizzetti! Vi dirò com’è andato il mio esperimento :-)

    Replica
  3. Tilia

    È davvero bello questo tutorial, incluso il componente sorpresa! Rifarla uguale probabilmente è impossibile, ma chissà cosa può uscire da un cambio di stagione ritardatario, merletti impazienti e la mia pericolosa disinibizione all’uso della candeggina…

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *