30 novembre 2012

P’TIT, le regole. Forse.

Buongiorno miei cari!
Innanzitutto GRAZIE per l’entusiasmo dimostrato per P’TIT! Ho scoperto tante cose dal post di ieri. Per esempio che con statigram posso creare una meravigliosa pagina su Zelda che tenga conto delle vostre foto e che porti direttamente ai vostri account.
L’ho scoperto grazie al webmaster Giò, non voglio mentire proprio a voi…
Ma andiamo con ordine.

Domani inizia P’TIT.
Che cos’è esattamente?
P’TIT è un gioco di condivisione, una sorta di calendario dell’avvento: 31 giorni che vengono raccontati da altrettante foto.
Una al giorno. Postata su instagram.

Tutti possono partecipare. Non serve una particolare perizia, ma ci vuole attenzione e cura perché lo scopo principale risiede nella scoperta di piccolissimi stupori che rendano i nostri giorni di dicembre un continuo motivo di sorpresa e bellezza.

Cosa si deve fare?
1. condividere il banner a cuore e invitare tanti amici (questo per il gusto di dirsi: MA GUARDA QUANTI SIAMO!);
2. scattare una foto al dì, da domani a lunedì 31 dicembre, meglio se ogni giorno;
3. usare i seguenti hashtag: #ptitzelda (se usiamo solo #ptit ci compaiono tutti i pargoletti di Francia), #ptitday1 (#ptitday2, #ptitday3, … ogni giorno l’hashtag numerato per benino), #zeldawasawriter (ma solo se volete, in realtà è un puro vezzo della qui scrivente).
4. se avete un account privato non comparirete nella pagina perché statigram non vi vede. Decidete quindi se sbloccarlo per un mese o se partecipare in disparte.
5. commentate le foto altrui, siate sconsideratamente complimentosi se lo sentite, diventate amici, prendete spunto dell’intuito fotografico altrui e affinate il vostro occhio.

Ogni giorno le vostre foto viaggeranno su questa pagina, raggiungibile dalla home di Zelda cliccando sul banner a cuore.

Non so ancora se ci siano dei regalini per voi, di certo metterò a disposizione un bel pacco di Cahiers du Bonheur e poi chiederò ad amici e parenti se, innamorandosi di una foto, la vogliano premiare con qualcosa di proprio.
Dev’essere come per il Natale: regali inaspettati, senza che ci sia un perché o una data.

Come al solito, l’organizzazione vien mangiando :D Quindi non escludo che ci siano aggiustamenti in corsa.

Potrebbe rivelarsi una Natale meraviglioso, che ne dite, partiamo?!
Bacibelli
xoxo

49 pensieri su “P’TIT, le regole. Forse.

  1. Beatrice

    Non vedo l’ora di partecipare quest’anno, visto che sei una bellissima scoperta di qualche mese fa!
    Io il banner lo condivido su Facebook, perchè secondo me su Instagram non riesco, con il mio non-iPhone. Però ho invitato tutti, eh ;)
    A domani, Camilla!

  2. Charlotte dans l'eau

    Felice!
    Dallo scorso anno non scrivo nulla sul mio bloggino…lo so, è brutta cosa. Ma ricomincio da dove avevo lasciato, con un bellissimo P’tit!
    Solo, Zeldina, mi devi aiutare a capire cosa sono questi hashtag, perché sono una neofita di Instagram, non ho Twitter, non so cosa sia Statigram e questi cancelletti mi risultano misteriosissimi…. :O
    Per il resto, ti voglio bene come sai, tifo per le farfalle, cammino sull’acqua e sorrido in attesa di cominciare!
    baci

    1. Zelda was a writer Autore articolo

      Ciao Fiorellina!!
      NON POTEVI MANCARE TU: chissà quante gioie dell’acqua ci regalerai!

      Allora, gli hashtag, questi maledetti! In pratica, mettendoli alla fine della descrizione di ogni foto, renderai la tua foto visibile a me, tapina, che la cerco!
      Esempio. Primo giorno di dicembre, hai appena fotografato una torta e la stai per condividere su instagram.
      didascalia: P’tit inizia con la dolcezza!
      seguita da: #ptitzelda #ptitday1 (se fosse il 23 dicembre sarebbe #ptitday23), #zeldawasawriter
      Una volta scritti, instagram li ricorda e te li suggerisce ogni volta, non appena digiti la lettera iniziale di ognuno.
      Quello che va sempre cambiato è quello della data, il #ptitday…

      Mi sono capita?
      Un bacinobello!

  3. *anto_a_pois

    Perché non facciamo una specie di lotteria collettiva? :) Ognuno di noi ti manda una cosetta da mettere sotto l’albero di P’tit!
    Io posso mandarti un Saggia-libro, anzi.. mi sa che ce l’ho già in testa! :P Baci*a

  4. LaDaniR

    Che bello! Voglio partecipare pure io! Con le mie foto bruttissime da incapace! Così mi obbligo ad avere un motivo di sorriso al giorno, però!

    Ps. Ti ricordi la spillina che hai fotografato al MinniMarket? Quella coi libri, i viaggi… Era la mia! Io troppo timidina per dirti, ehy, ti ricordi di me?!? O.O
    Pps. Ho scaricato il tuo libro, sei troppo forte, cara Camilla.

    1. Pablo!

      …ho dedotto,ovviamente,che la mia partecipazione canina è ammessa…sulle regole non ho visto scritto “io qui non posso entrare”! :PPP

        1. Pablo!

          Attenta perché se mia mamma ti sente potrebbe trovartelo….!!!!!!Grazieeeee per l’ammissione ai cani e a domani su instagram allora!!!!!Bauuuuuuuuuuu!

  5. Riccardo

    Grazie per la notizia, l’anno scorso mi sono divertito. spero di riuscire a partecipare. Tradire flickr con instagram a me dispice, vediamo…

  6. Guchi

    buon divertimento a tutti i partecipanti e complimenti per la tua idea! il mio, di divertimento, consisterà nell’ammirare le foto degli altri, visto che sono sprovvista dei mezzi tecnici necessari a partecipare ;)

  7. pri

    ci sono anche io!
    sono già con gli occhi sgranati per trovare la mia p’tit numero 1, ma se volessi guardare le foto dell’anno scorso dove le devo cercare?

  8. frizzAnto

    bellooo!! partecipo anche io, ho iniziato ieri con un giorno di ritardo…felice di scoprire catturare e condividere le piccole cose in una piccola storia lunga un mese!

I commenti sono chiusi.