15 gennaio 2014

Yes, I’m a bookeater! | Wor(l)ds 2014, forse.

Camilla - Zelda was a writer

freebies WOR(L)DS project

Quest’anno, l’avrete capito, mi sono svegliata il 2 gennaio (il 1° stavo buttando via cosa vecchie, mangiavo avanzi e dormivo) con un debole per le cose stampate.
In questo senso, come vi dicevo ieri, cercherò di stampare gli scatti dell’intero anno e m’impegnerò maggiormente nel creare “occasioni di carta”, in cui scrivere, appuntare e registrare passaggi di nembi e di arcobaleni.
Oggi sono qui per farvi un regalo da raccoglitore! Tenetevi forte!!!  – Ok, sono ironica.

Yes, I’m a Bookeater (qui in alta risoluzione) è una scheda di lettura, un modo altamente analogico per segnare i vostri incontri con i libri. Non so voi, ma io sto perdendo memoria di moltissime storie che mi capita di incontrare/sgranocchiare/amare, e così ho deciso di tenerne conto per i prossimi mesi. Lo faccio per ricordarmi che il mio desiderio di scrittura va costantemente allenato con la lettura, perché sono pigra e confusionaria e perché in fondo adoro fare liste, schemi e griglie.
La scheda vi permette d’inserire il numero della vostra lettura (#), il titolo, l’autore, la motivazione che vi ha spinto a prenderla tra le mani, il luogo e la data in cui vi ci siete impegnati e alcune note o citazioni che non volete perdere. Lo spazio è decisamente limitato ma una serie infinita e colorata di post-it potrebbero rendere il quadro d’insieme finale davvero entusiasmante e utile per amici, parenti e lettori che condividano con voi la passione per le pagine scritte.Yes, I'm a bookeater | Zelda was a writerPoiché sono stra-certa che le schede continueranno ad arrivare, poiché entro breve conoscerete lo sviluppo di un progetto per amanti delle parole davvero interessante, vi consiglio di iniziare a creare un bel raccoglitore a quattro fori, personalizzato all’inverosimile, tutto vostro: uno scrigno delle parole. Potremmo iniziare a usare un bellissimo hashtag – che so… #worldszelda2014 – e condividere i risultati delle nostre opere da bricoleur instancabili!

NB: Non prendetevela troppo se al momento vi appaio un po’ troppo sibillina… L’idea delle schede mi è venuta ieri, mentre tiravo l’ultima riga di questa griglia per lettori compulsivi. Avevamo detto che la parola del 2014 era “improvvisazione”, no?

Buon mercoledì a tutti!
Camilla
Zelda was a writer

10 pensieri su “Yes, I’m a bookeater! | Wor(l)ds 2014, forse.

  1. stella

    Cara Zelda mi piace da matti questa scheda !!!!!
    me la stampo e la inizio !!! bella bella bella !
    .. mi dispiace avere perso la mia lista di libri letti che avevo fatto
    alle medie , sarei davvero curiosa di rileggerla !
    buona giornata !!
    stella

    Replica
  2. Eli Gì

    Che dici, devo rifornirmi di cartucce per la stampante?
    Non ho capito che cosa succederà, ma mi fido spassionatamente e incondizionatamente delle tue idee!!!
    ♥♥♥
    Eli

    Replica
  3. francesca

    Il mio sogno è avere in una unica stanza tutti i libri che ho letto che erano semplici prestiti della biblioteca.

    Piango al sol pensiero, perché la mia biblioteca era a Cavezzo, il mio paesino terremotato nel 2012. Non hai idea di quanto abbiamo pianto, noi cavezzesi. Buona parte dei libri sono stati messi a salvo, altri invece sono rimasti intrappolati perché l’edificio era troppo instabile per andare nelle soffitte.

    Ho un libricino con l’elenco di tutti i libri che ho preso in prestito là e alcuni di questi titoli nella nuova biblioteca non ci sono più (anche se poco alla volta rifaranno tutto l’archivio).

    Ogni volta che parli dei libri del cuore mi viene un po’ da piangere, penso ai libri, alle storie, alle ore nel silenzio, ai viaggi mentali che mi facevo, quando credevo di vivere nel Il deserto dei Tartari. Alcuni libri li ho letti in piedi tra gli scaffali, senza manco portarli a casa. Tipo che mi ispirava un titolo e sfogliando sfogliando mi mettevo su un divanetto e lo finivo.
    Sono arrivati libri da tutta italia, specialmente da Cupertino (Lecce) e se Cavezzo ha già una nuova biblioteca (dopo la bibliotenda) altri paesini della zona purtroppo non hanno avuto la stessa fortuna.

    Replica
    1. Zelda was a writer Autore articolo

      A Walter Benjamin, nientemeno che i Nazisti, distrussero tutta la sua immensa libreria. Non credo esista uno sfregio più grande fatto alla Cultura, ma lui “si armò”, facendo di necessità virtù: portò con sé tutti i suoi libri attraverso le loro più amate citazioni.
      Questo per dirti che tutti i tuoi libri sono con te, molto più di quanto tu possa immaginare!
      Un abbraccio a tutti i cavezzesi! <3

      Replica
  4. Valentina

    Che idea fantastica!
    Ho già preparato il raccoglitore *_*
    Tra l’altro stavo proprio cercando un modo per appuntarmi libri letti, film visti, titoli da acquistare… e banalmente avevo pensato a un triste listone virtuale ma questa è una soluzione mooolto più creativa, grazie!

    Replica
  5. Paolandia

    Diamine! Sono due anni che (per gli stessi motivi) tengo traccia delle mie letture su springpad e anobii, ma la scheda sinottica dei dove e dei perché è illuminante!Mi capita troppe volte di leggere in maniera ingorda, gustando solo il libro senza soffermarmi sull’esperienza.

    {una lettrice talmente confusionaria che commenta con una settimana di ritardo :P)

    Replica
    1. Zelda was a writer Autore articolo

      ciao Paola!!!
      Pensa che io ho iniziato ad appuntarlo sulla prima pagina… Mi piace pensare che un giorno, tornandoci, sarà bellissimo ritrovare alcuni riferimenti spazio-temporali. Poi però procedo e non torno quasi mai :)))

      Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *