4 Maggio 2011

I miracoli della lettura ad alta voce

Camilla - Zelda was a writer

People I like

– Provaci ancora, Camilla. Guarda che non è difficile come sembra. No, no, quella non si legge: quella è un’acca. Serve come la farina: c’è ma non si sente. Quando inizierai a leggere questi libri, non riuscirai a staccarti dalle loro storie, vedrai quanti nuovi amici e che curiosità! Anzi, facciamo così: quando torno dal lavoro ti porto a casa un libro. Uno per ogni sera. Pieno di figure. Fino a quando non ti sentirai a tuo agio con le parole. Va bene?

Annamaria mi ha detto circa queste parole, una volta di tanto, tanto tempo fa. Da quel momento, ogni santa sera è arrivata a casa con un libro. All’inizio, scrivevo io le storie per quei libri, visto che leggerle era troppo faticoso. Poi le parole si sono fatte chiare. Poi è stato Amore. Un Amore di quelli che non stancano, né deludono. Un Amore scritto e letto ad alta voce.

Ora capirete quanto mi faccia piacere condividere su Zelda l’uscita di BABY PRODIGIO. I miracoli della lettura ad alta voce di Mem Fox (illustrazioni di Judy Horacek; traduzione di Laura Bortoluzzi – edito da Il Castoro).

Appena ho visto il materiale che lo accompagnava, mi è sembrato che si trattasse di un’ottima occasione per ribadire il piacere e l’importanza della lettura.

Moltissime delle problematiche legate all’espressione delle nuove generazioni dipendono – anche – dall’allontanamento dalla carta, sia essa letta o scritta. L’incontro con i lemmi, e con tutte le storie che sono in grado di portarsi dietro, è qualcosa che non smette di accendere le giovani menti e di ispirarle al meglio. In fondo, se ci pensate, nonostante il progredire della tecnologia, il supporto “libro” continua a restare il padrone incontrastato dello stupore di tutti noi, quello più intimo e silenzioso.

Ieri, poi, mi è capitato di leggere questo bellissimo post di Chiara I. e ho pensato a quanto la lettura sia condivisione, amore e fantasia. La lettura è il primo passo per la difesa della nostra libertà e, perché no, della nostra indipendenza.


C’è un altro motivo per cui ritengo questo libro importante: all’interno troverete due utili bibliografie – Venti libri che i bambini amanoConsigli di lettura per bambini italiani – a cura di Gianna Vitali e Roberto Denti della Libreria dei Ragazzi di Milano, due persone che andrebbero conosciute e ringraziate per l’instancabile passione che nutrono nei confronti della letteratura per ragazzi (se siete curiosi, leggete questo editoriale per capire cosa intendo).

Conoscete la Libreria dei Ragazzi?
Se la risposta è no, è arrivato il momento di farci un salto (ecco la lista degli eventi di maggio)!

Buon mercoledì, Amici… non pare una giornata primaverile, ma sono certa che troveremo dei motivi per gioirne!
xoxo

10 pensieri su “I miracoli della lettura ad alta voce

  1. chiara i.

    Compro subito il libro, perché è in perfetta sintonia con quello che sto cercando di fare con la mia Tatù da quando è nata.
    E segnalo subito il tuo bellissimo post a Nati per leggere.
    Grazie, deliziosa ciliegina sulla torta delle mie giornate…

    Replica
  2. Daina

    eh eh, cara Cam… al mio Gnomo, prima che imparasse a leggere, dicevo sempre: “Vedrai, ti si aprira’ una finestra sul mondo… sara’ stupendo, molto piu’ che andare in bicicletta senza rotelle!”
    ha imparato, ed e’ un divoratore di libri e fumetti, proprio come ero io alla sua eta’.
    “Allora, ti si e’ aperta?”
    “La finestra sul mondo? Non capisco che vuol dire, mamma, ma continuo a leggere. forse si aprira’!”

    :-))
    PS: grazie, seguiro’ il consiglio!

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.