26 Agosto 2011

Cosa tiene accese le stelle…

Camilla - Zelda was a writer

Daily thoughts Travel

Se mi chiedessero che cosa mi abbia regalato questa vacanza, risponderei senza indugio: la feroce lettura di parole mirabili. Centinaia di pagine altrui che hanno avuto il grandissimo valore di muovermi una voglia inesauribile di scrivere cose mie. Tenetevi pronti, arriverò presto da queste parti, per tediarvi a puntino!

Comunque. Sono reduce da un libro che vi consiglio caldamente: Cosa tiene accese le stelle di Mario Calabresi (Mondadori). Se avete pazienza, dopo il 5 settembre tornerò a raccontarvelo come merita. Per ora, vi lascio un cielo di Rublolandia con impresse le bellissime parole di Mark Twain, citate da Calabresi nel suo libro.

Che sia esattamente così, il vostro anno.
Di alisei nei capelli e di intuizioni coraggiose e coinvolgenti.
Vi bacio.
xoxo

ps: vi ricordate del post dedicato al libro di Edoardo Nesi? Vi ricordate che speravo di fargli arrivare due righe di complimenti? Bene, l’ho incontrato in bicicletta qualche giorno fa. In pratica ho gridato il suo nome per strada e lui si è fermato. Gli ho stretto la mano ed ero proprio emozionata perché mi rendevo conto che il desiderio di dire grazie ad una persona – che non pensavo di poter incontrare così facilmente – si stava realizzando con una facilità rincuorante.
Vi racconterò anche di questo.
Ari-baci!

4 pensieri su “Cosa tiene accese le stelle…

  1. Bruskamente famiglia

    Concordo, è un libro fantastico e anch’io ne sono rimasta affascinata. Sposta il punto di vista e dona una speranza in più.
    Sai cosa si dice dei desideri? attenta a cosa chiedi al fato, potrebbe ascoltarti! :-)
    Un abbraccio

    Replica
  2. chiara i.

    Ciao, mia cara. Noto con piacere che non solo non hai perso “il tocco”, ma che le mirabili parole di cui sopra hanno ulteriormente arricchito e affinato il tuo dono per la scrittura. Del resto, è vero che prima di essere buoni scrittori, occorre essere avidi lettori. Bisognerebbe che il signor Nesi in qualche modo riuscisse a leggere il post che gli hai dedicato. Eh, sì, bisognerebbe proprio… Mi mancavi, tanto.

    Replica
    1. Zelda was a writer Autore articolo

      cara chiara, tu sei la persona del magnifico cambiamento di questo periodo.
      senza di te il fiume in piena delle mie parole sarebbe sempre restato lì, a chiedersi se fosse il caso di rivelarsi a tutti…
      stasera ti chiamo!
      bacetti bellissimi :D

      Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.