30 Dicembre 2015

Calendario 2016 // Gennaio

Camilla - Zelda was a writer

freebies Print ScrapZelda

Calendario 2016 | Zelda was a writerEccomi di nuovo qui, dopo giorni e giorni di silenzio.
Lo shop ha assorbito ogni minuto dell’ultimo mese e tutta l’energia che avevo a disposizione. Più ci ragiono e più penso che la grande scommessa del mio nuovo anno sarà riuscire a gestirlo insieme a questo blog, perché una cosa è certa: non lascerò Zelda.

Oggi sono qui per raccontarvi di un fallimento. Piccolo spoiler: finisce tutto bene, con un regalo!
Lo condivido per ricordarmi/vi che di fronte ai nostri piccoli o grandi errori c’è – e ci sarà – sempre un’occasione per sistemare le cose, per dare loro un significato diverso. Ora sono ottimista, ma sappiate che per lunghi giorni – i miei amici ne sono testimoni – non lo sono stata per niente.

Come sapete, ho pensato all’agenda 356di molto prima di ipotizzare uno e-shop tutto mio. Quando lo shop è nato (vi racconterò presto di qualche altro errore commesso anche in questo frangente) ho aggiunto i primi articoli che avevo prodotto: la #365di era già pronta, avevo creato dei blocchi di to do list e stavo ultimando il calendario che vedete qui.
Perché sì, volevo metterlo in vendita.
Calendario 2016 | Zelda was a writerLa gestazione del calendario è stata lunghissima. Non avevo grandi idee e, soprattutto, ero in ritardissimo sui tempi. La programmazione nella mia nuova attività è tutto, ora mi è chiaro. Avere cominciato già in ritardo sul ritardo e con mille cose – difficili – da sistemare, non ha fatto altro che incrementare il ritardo e la fatica. Non riuscivo a creare perché ero troppo di corsa.

Un giorno, però, mi è venuta un’idea: avrei raccontato una storia che dura un anno, la Storia di Due nel 2016. Ogni mese avrebbe raccontato l’incontro di questi due sconosciuti, accolto i loro pensieri, indugiato su descrizioni microscopiche, sul senso del tempo, su quello dell’amore.

Il calendario 2016 era pronto. Avevo scelto la carta più bella. Ero in ritardo ma i tempi erano perfetti per essere ancora in tempo (chiedo scusa per il gioco di parole cacofonico). 
Poi, semplicemente, ho sbagliato a mandare un file allo stampatore. Un considerevole numero di calendari è stato prodotto con un errore: la banda bianca che vedere illustrata, che ha rimpicciolito l grafica e ha inficiato ogni mio sforzo.
Calendario 2016 | Zelda was a writerCapita, mi dico ora.
Quando è successo, invece, mi sono sentita tremendamente in difetto con me stessa. Mi sono trovata superficiale e ho odiato tutte le corse fatte, perché le vedevo come un’omissione alla cosa che io ritengo più importante nel creare: la cura.

Il tempo – sempre lui – è passato. Molti calendari sono finiti nelle mani e nei pacchi di alcuni amici e clienti. Riguardandoli, non li trovo neanche tanto brutti. Non sono sbagliati ma non sono come li avevo progettati: non mi hanno permesso di sviluppare il progetto come avrei voluto.
Riguardandoli, penso di avere fatto un buon lavoro, penso ai miei due sconosciuti e mi piace che esista una storia su di loro.
Calendario 2016 | Zelda was a writerCalendario 2016 | Zelda was a writerRiguardando il mio piccolo fallimento, ho capito tante cose.
Ho capito che sono stata davvero brava a fare tutto. Che meglio di così non avrei potuto fare, che ho iniziato a dare vita a un sogno che, altrimenti, sarebbe rimasto nel cassetto per molti altri anni. Ho una cartoleria, un’insegna, sono iscritta alla Camera di Commercio, sono piena di idee. L’anno scorso, di questi tempi non avrei mai pensato che questa cosa potesse capitare, che potesse capitare grazie a me.
Inoltre, rispetto a quello che ho prodotto, questo piccolo errore era statisticamente auspicabile e neanche tanto drammatico.

Ho capito che quando sono stanca non sono la mia migliore alleata e piango, mi dispero. Ho capito che alcune volte, parlare ad alta voce – meglio se a un amico fidato – rende i crucci più gestibili di quanto appaiano sotto forma di pensieri e sensazioni. Ho capito che nel nuovo anno dovrò alimentare le mie fortune, lavorare sulle mie mancanze, accettare di non essere perfetta e/o in grado di gestire tutto da sola.
Sarà una sfida. Alcune notti non ci dormo. Altrettante mattine mi vergogno di tanta esagerazione.  Calendario 2016 | Zelda was a writerCalendario 2016 | Zelda was a writerHo capito, anche, che certe cose accadono per darti la possibilità di fermare tutto e di capire.
Certe cose lottano per ricordarti il motivo per cui sono nate.

Questo calendario è nato l’anno scorso (qui e qui) come regalo per voi, ha veicolato tanta di quella energia che ancora, a distanza di un anno, non riesco a capacitarmene. Questo calendario vi ha detto grazie, mi ha permesso di entrare nella vostra vita, nei vostri giorni, in quelli belli e in quelli complessi. Grazie a lui, mi sono divertita immensamente nel vedermi lì con voi, nelle fotografie, tra i quaderni, negli uffici, sulle scrivanie.

Insomma, questo calendario ha sempre lottato per essere un regalo. E quando me ne sono accorta, ho sorriso perché la vita continua a sembrarmi più saggia di ogni mio tentativo, anche quello più giudizioso e impegnato.

Vi chiedo di portarlo con voi. Di rispettarlo e di non modificarlo. Vi chiedo di citare il posto da dove viene e di tenermi aggiornata costantemente: ho grandi aspettative per il nostro anno e con questo progetto – che ritenevo un fallimento e che poi, magicamente, è diventato un regalo – voglio dimostrarvi tutto il mio impegno nella fortuna dei nostri prossimi mesi.
Calendario 2016 | Zelda was a writer
Ecco, quindi, la copertina (qui, in alta risoluzione) e il mese di gennaio (cliccate qui per scaricarlo in alta risoluzione). In questo mese tutto inizia o, forse, ricomincia tra i Due.
Ci sono degli occhi negli occhi e l’immediata sensazione di avere tutto.
Che cosa magica, non trovate? Beh, è quello che vi auguro con tutto il cuore!

Buon anno a tutti!
Camilla
Zelda was a writer

12 pensieri su “Calendario 2016 // Gennaio

  1. angela

    wow!
    che grande che sei! grazie per il tuo “errore” che è in realtà un regalooooone
    grazie e buon anno, sincero e puro, come te!

    Replica
  2. Roberta

    Quanta verità e empatia provo in tutto quello che hai scritto cara Zelda, la fretta la corsa e la cura nel fare le cose che ci appassionano. Io vorrei tanto abbandonare le prime due ma fino a quando non imparo una cosa importante e cioè l’organizzazione e programmazione delle cose… Ma ti ringrazio per esserti fatta trovare. Mi piace moltissimo leggerti, mi affascini e mi calmi. E spero in un 2016 luminoso, per te e per me.
    Grazie di <3
    Roberta

    Replica
  3. Valentia

    Appena scaricato gennaio.
    Grazie per la tua generosità!
    Nel 2015 sei stata una meravigliosa scoperta e fonte di ispirazione.
    L’augurio è quello di un 2016 pieno di emozioni e di gentilezza.

    Replica
  4. Alessia

    Grazie Camilla, sei fantastica e da alcuni anni ti consiglio a tutte le mie piú care amiche, come un regalo da condividere.

    Con le tue parole hai il dono di esprimere i sentimenti e le emozioni comuni a molti, e leggendoti c’è quasi sempre qualcosa che si collega anche alla mia vita. Anche in questo caso, da grafica perfezionista quale sono :)

    Il titolo “Storia di due nel 2016” mi fa sorridere, e spero in qualche modo riesca anche a sprigionate magia e porti fortuna a tante come me. Grazie per il tuo slancio verso il pensiero positivo, continua cosí!

    Buon anno nuovo e buona vita!

    Replica
  5. laura

    ma Camilla, vuol dire che ne hai ancora di stampati a casa???
    Perché non li metti in vendita ad un prezzo caso mai simbolico…. insieme alle agende o ad altro di tuo per ammortizzare la spedizione!!?? secondo me hanno ora il loro perché più di prima…
    un bacione
    Laura Ud

    Replica
  6. Elena Cecilia

    È una sorpresa conoscere la tua creatività e il tuo calendario, e ti dico grazie perché lo scarichero’ sicuramente per la mia casina. Ora guardo dove si trova la tua cartoleria, spero sia a Milano, ne sono entusiasta. Ti auguro buon anno e condivido appieno le tue riflessioni. Anch’io faccio tutto da sola ed è stato un buono spunto per una partenza migliore. A presto!! :-)

    Replica
  7. simona

    hai la capacità di raccontare le mie emozioni, perfino quelle di quando mi capita -spesso- di sbagliare. grazie. perché mi fai sempre sorridere e pensare allo stesso tempo. grazie per questo dono inaspettato. e buon 2016!
    simona alias leucosia

    Replica
  8. Francesca

    Come ti capisco, stesse notti, stessi risvegli, stessi pensieri. L’importante è non stare soli e confrontarsi perché come hai visto tu alla fine c’è una soluzione per tutto e quello che credevamo perduto si trasforma in un nuovo inizio. Un caldo e grande abbraccio Camilla! A presto <3

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.