16 ottobre 2018

La Misura di Tutto: paura e gioia

Camilla - Zelda was a writer

La Misura di Tutto
La Misura di Tutto | Zelda was a writer

Foto di Riccardo Aloia per H2BStudio

Dopo aver terminato il mio libro, La Misura di Tutto, ho provato due emozioni fortissime.
La prima è sopraggiunta con l’ultima parola. Una variante della “sindrome dell’impostore” – temo nella sua variante più perfida e incalzante – si è impossessata della mia persona, suggerendole con violenza che con questo libro tutti, ma proprio tutti, avrebbero stanato definitivamente la sua incapacità creativa.

Per fortuna ero in vacanza.
Quindi, ho guardato il mare e mangiato frittura di pesce.
Non risolve, ma aiuta.

La seconda è stata incredibile. Una specie di gioia procreativa, che mi ha fatto guardare il mondo con nuovi occhi e mi ha spinta ad abbandonare con slancio i pesanti occhiali con cui guardavo la vita. Avevano vetri fumé, quei maledetti occhiali, erano graduati male, mi facevano sbattere contro gli angoli acuti delle mie stesse stanze.

E allora ho capito.
Ho capito che io regalo il meglio di me quando produco, quando mi fermo in un angolo oscuro di un posto brulicante e penso. Alle mie tele, ai miei colori, alle mie parole. A tutte quelle immagini che ogni tanto mi appaiono nei posti più impensati e mi suggeriscono di continuare a tentare, di crederci, di provare.

Sono tornata con questo amore incontaminato e bambino.

Non lascerò che niente e nessuno (Camilla compresa) lo sporchi. Lo difenderò con i denti. Perché una cosa è certa: mentre penso a come mettere insieme colori e visioni, io sono proprio una persona migliore. La persona che vorrei essere.

Oggi, per festeggiare l’avvicinarsi dell’uscita de La Misura di Tutto (mancano 15 giorni!!!) ho deciso di condividere la foto che campeggia in quarta di copertina e una delle due alette interne.

La foto è stata scattata dal talentoso Riccardo Aloia, una giovane promessa della creatività visuale che fa capo a H2BStudio. Riccardo è riuscito a fermare un momento magico alla fine di una giornata di lavoro che mi aveva tanto coinvolto ed emozionato.
Mi guardo e penso che vorrei essere sempre così. Con tutti i denti fuori, con il viso stropicciato. Mi guardo e mi vedo felice. Immersa nei miei amati libri, certa di avere fatto un buon lavoro. C’è anche un cocktail colorato che, a mio modesto parere, non guasta mai.

Questa, invece, una delle due alette interne.
Signore e signori, ecco a voi il riassunto!Buona serata a tutti!
Camilla
Zelda was a writer

2 pensieri su “La Misura di Tutto: paura e gioia

  1. Cinzia

    Ho visto la foto su instagram dove ne parlavi, qualche giorno fa.
    Oggi sono passata perché volevo godere di questo luogo, ti è mai capitato di cercare uno specifico blog/sito per via del confort che siamo certi ci possa dare il suo layout e i suoi colori?
    Ecco, cercavo proprio questo.
    E, insieme a lui, ho trovato il tuo post sul libro.
    Che mi fa pensare “devo leggerlo, assolutamente!”.
    Ciao Cam :)

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.